CREATE ACCOUNT

*

*

*

*

*

*

FORGOT YOUR PASSWORD?

*

EDOARDO COMIOTTO

Fotografia Edoardo Comiotto

Nato a Mel (Belluno) nel 1950 si interessa di arte e di poesia sin dalla sua giovinezza. Poeta, scrittore, giornalista. Ha contribuito  alla nascita, nel 1990, del Premio Letterario Nazionale “ Trichiana Paese del Libro” e dalla terza sino alla ventesima edizione ne ha seguito ininterrottamente, come Segretario, la sua crescita. Ha al suo attivo varie pubblicazioni; è stato premiato e segnalato in vari concorsi di poesia (dialetto bellunese  e lingua italiana) a livello regionale e nazionale. Alcune sue liriche sono state musicate affermandosi a livello nazionale. E’ stato vice-Presidente del Circolo Dialettale bellunese “Al Zempedon”. Comiotto si interessa di poesia dagli anni della sua giovinezza e le sue prime pubblicazioni risalgono al 1978.

 

 

OPERE PUBBLICATE

  • “Sussurro e nostalgia” Rebellato, 1990
  • “Sulle strade dei ricordi” Rebellato, 1993
  • “Trichiana da scoprire” Rebellato,1994
  • “Historia de Casteldart” Grafiche Roncade, 1996
  • "Appunti su Lentiai” Grafiche Trabella, 1999
  • “Incipit” Grafiche Trabella 2001
  • “Quante volte Natale” Grafiche Trabella 2008
  • “Frammenti” Kellermann Editore 2009
  • “Giocano le parole” Kellermann Editore 2012

"Nella strada della vita, prima o poi, inciampi nell'Amore. 

EDOARDO COMIOTTO - giornalista

BEPPINO LORENZET

Fotografia Beppino Lorenzet

Bellunese, nato nel 1955 ha iniziato la sua carriera di scultore nel 1980, fondamentali sono stati per la sua formazione gli incontri con grandi artisti primo fra tutti Augusto Murer. Dopo gli studi, nei primissimi anni di carriera, ha frequentato vari corsi di scultura, entrando così in contatto con realtà culturali ed artistiche internazionali e arricchendo così la sua forma espressiva. Nella sua carriera ha partecipato, con ottimi risultati, a decine di concorsi nazionali ed internazionali, se sue opere sono state esposte in Europa, Stati Uniti, Brasile, Giappone. Abile nella scultura del legno, marmo e ghiaccio riesce a dare forma ed emozioni alla materia che plasma con maestria e competenza. Lorenzet affronta con destrezza i soggetti più svariati, passando da sacri angeli con pieghe sfuggenti a diavoli ghignanti e tentatori, da longilinee ed aeree ballerine a volti trafitti dalla sofferenza e storpiati da difetti e bruttezza. Nell'ultimo periodo ha tralasciato il tutto tondo a favore del basso e altorilievo che realizza anche in grandi dimensioni Di rilevante interesse è la produzione religiosa che soprattutto negli ultimi anni verte ad un'analisi approfondita della figura del Cristo. E’ docente presso la Scuola del Legno di Sedico ( BL).

RICONOSCIMENTI

  • “1o premio scultura in neve” Nayoro, Giappone 2000
  • 1o premio bassorilievo in legno” Sestriere, Italia 1999
  • 1o premio critica, scultura in legno” Bergamo, Trescore 2011
  • 1o premio scultura in legno” MIlano, Merate 2004
  • "1o premio scultura in legno” S.Vigilio di Marebbe, Bolzano 1998
  • 1o premio della critica” Serrai Di SottoGuda, Italia 2013

E piace qui ricordare anche una risposta concisa e priva di fronzoli, alla bellunese, dell'artista ad una domanda: "Le mie mani scolpiscono e modellano di tutto, dal legno al ferro alla pietra e, a tempo perso, alla pelle...". 

CRISTINA DADIE' - giornalista

 

TOP